Archivi tag: immagini

Lo Scarabocchiando del giovedì #13: Miscellanea

Ecco come sono stata nei giorni da poco trascorsi:

Per chi non lo sapesse, la tipa che frusta, Alis, è la mia coscienza, come dire… cinica. Quella che per spronarmi a fare le cose diventa violenta o mi dice che sono deficiente (poi mi si chiede perché sono psicopatica, eh) o che mi incita a fare a pezzettini i figli dei vicini quando mettono musica napoletana per sedici ore di seguito.
Purtroppo, nonostante il suo vivace impegno, non sono riuscita a fare qualcosa di realmente impegnativo. Quindi, beccatevi la misera vignetta che ho partorito (per metà copia e incolla, lo ammetto):

Ci tengo a precisare che quanto rappresentato nella vignetta non è accaduto a me personalmente, però è avvenuto veramente. La gente è malata…

E infine, per non lasciare l’articolo troppo scialbo, alcuni altri schizzi fatti a lavoro.

Ok, per questa settimana è tutto. Spero davvero di fare qualcosa di meglio la prossima volta.

Saluts!

Lo scarabocchiando del giovedì #6: La Sei!

Come avevo già detto per la numero tre, quando mi ritrovo senza fantasia né ispirazione, faccio ricorso a queste giovani, desiderose fanciulle (l’espressione della sei è proprio desiderosa, eh) per riempire questo spazio settimanale.
Quindi oggi date un caloroso saluto alla numero sei, il cui tratto non mi soddisfa per nulla, ma che ugualmente trovo tanto carina e adorabile.

Migliorerò, un giorno.

Per vedere in grande il tratto tremolante e ogni possibile difetto di questo disegno, cliccarci sopra.

Saluts ^_^

Lo Scarabocchiando del Giovedì #5: prossimamente sui vostri schermi…

La mia mano è tornata a posto. Quantomeno, è utilizzabile. Come? Non si nota la differenza? Eh, sì, lo so, ma che ci volete fare. Ogni tanto mi dimentico perché mi sforzo di disegnare, visto che dopo aver realizzato una cosa del genere mi ritrovo ad odiare la nobile arte del fumetto.
Comunque, due cosucce sulla pagina di oggi:
Uno – sì, lo so, ho barato. Ho messo un’immagine di una macchina che non ho fatto io a mano. Diciamo che volevo mantenere una certa dose di realismo senza sforzarmi troppo, eh. Non ce l’abbiate a male con me, per fare la prima immagine soltanto ci ho messo due ore.
Due – nella pagina di oggi mi pare che si noti il degradamento graduale (ma manco tanto) della mia mano: lo sfondo della prima immagine mi soddisfa moltissimo (almeno mi soddisfava finché non l’ho fatto vedere a mio padre, geometra e amante dei fumetti da quarant’anni, che mi ha trovato in quattro e quattr’otto tutti i difetti di ‘sto mondo), ma piano piano, complice il freddo che mi faceva tremare la mano e la stanchezza è diventato sempre di più cagoso. Pazienza. Mi sono imposta questi scarabocchiando regolari anche per allenare la mano e resistere di più. E ve li beccate, sì.

Comunque, ho già parlato troppo (sempre che qualcuno abbia letto). Quindi… a voi lo scarabocchiando di oggi!

Per visualizzarla ingrandita, cliccarci sopra.

PS: per risparmiarmi critiche che posso prevenire: nel baloon della seconda vignetta, quello con i cuoricini, l’effetto sfumato che non si legge tutto quello che dice, è dato apposta. Nella mia mente serviva per fare capire che diceva un sacco di volte “Mici, pappa, pciù pciù pappa!”….. non funziona, nevvero?

Lo scarabocchiando del giovedì #4: La Fantastica Storia della Mano Bruciata

Venghino siori venghino, che qui c’è il vino buono…!
No, aspetta…

Ok, cerco di essere seria. Innanzitutto, le mie scuse più sincere: io ci ho provato, veramente, a fare qualche cosa di anche solo vagamente decente per oggi. Purtroppo ho avuto un intoppo non indifferente. Quale? Lascio a voi giudicare:

Se non fosse chiaro, quell'adorabile cerchietto sul mio palmo, è una bella ustione. Sì, sono una grandissima pirla.

Questa foto risale a lunedì, due giorni dopo “l’incidente”. Meno gonfia di quanto è stata nei giorni precedenti e meno rossa e dolorante di quanto è stata nei giorni successivi. Avrei dovuto disegnare quel giorno, ma sono pirla, credevo che avrebbe potuto solo migliorare, e invece il giorno dopo riuscivo a chiudere la mano solo fino a poter afferrare un oggetto di due centimetri al massimo, quindi stringere la penna per disegnare si è rivelato alquanto complicato.

E pensare che avevo in mente quattro dico quattro vignette in tema natalizio.

Comunque, visto che sono buona e le promesse le mantengo (non sia mai, che poi Babbo Natale non mi porta tanti bei libri), mi sono sforzata e ho scarabocchiato qualcosa. Fa schifo, ma apprezzate lo sforzo. E il primo che critica viene ustionato dal bicchiere Maledetto.

Per vederla ingrandita cliccarci sopra.
E sì, lo ripeto: sono una grandissima pirla.
Che poi la storia non è affatto finita, potrei raccontare dei mille giri alle cinque di mattina per cercare una farmacia aperta, con me che un po’ ridevo (oh, obbiettivamente la forma di ‘sta ustione è una grandissima figata) e un po’ piagnucolavo (a tratti, quando la gente non mi guardava, mi ricordavo che faceva un male cane) eccetera, però ve le risparmio.

Ciao dalla pirla.

Lo scarabocchiando del giovedì #3: La Tre!

Occhei, lo ammetto: l’ispirazione per fare qualcosa di serio ogni settimana mi manca. O meglio, non è esattamente che mi manca, più che altro mi manca l’abilità per mettere su carta (digitale) i disegni che ho freschi e perfetti nella mia mente. Quindi, dopo aver cestinato un numero indefinito di scarabocchi veramente orribili, mi sono arresa e per disperazione ho buttato giù una cosa a caso. Il risultato non è manco pessimo, credo, ma vabbhè…. comunque mi sa che queste tizie numerate potrebbero fare compagnia al blog molto spesso in queste settimane di mancanza di ispirazione. Meglio che niente, cerco di mantenere la promessa che ho fatto a me stessa (dubito che a molti dei lettori di questo blog iteressi veramente se pubblico un disegno a settimana, anzi possibilmente ne farebbero volentieri a meno, immagino), ed è l’unico modo per cercare di tenermi impegnata e sperare di migliorare in futuro.

Comunque. ecco a voi la Signorina Numero Tre. Spero sia di gradimento.

La uno, la due... o la treeeee

Se volete vederla meglio nel suo orrore, cliccateci sopra per averla ingrandita.

Lo scarabocchiando del giovedì #2: eroina fantasy

L’idea per questa vignetta mi è venuta più o meno a causa dell’immagine dello scarabocchiando della settimana scorsa.
Lo so che è un disegno penoso, che avrei dovuto colorarlo e curarlo di più… ma sarà per un’altra volta! Apprezzate lo sforzo per mantenere per ben due settimane lo scarabocchiando!

Per vederla più in grande, cliccarci sopra.

A giovedì prossimo (se mi ritorna l’ispirazione per disegnare!).

(PS: ci tengo a sottolineare che io non possiedo la spada dell’immagine. L’unica spada occidentale che possiedo, è una riproduzione di Narsil, quindi più lunga e più figua. Però, capitemi, creava troppo problemi disegnarla come effettivamente è.)
(PPS: l’immagine a cui faccio riferimento per il completino di Nihal, se non lo sapeste, è questa.)