Piccola guida alla scelta di un e-reader – Introduzione

Visto che, da quando ho cominciato ad informarmi per l’acquisto del mio e-reader mi sono fatta una piccola cultura in proposito e ho ricevuto millemila domande al riguardo, ho deciso di scrivere questa piccola guida in piccole parti, per illuminare lo sventurato utente che ha deciso di procedere all’acquisto ma non ha la più pallida idea di come e  perché e dove e quando e poi boh.
Ci tengo a sottlineare che io non possiedo la conoscenza assoluta sull’argomento (anzi!), ma possiedo, per l’appunto, delle nozioni di base elementari necessarie per procedere ad un acquisto ponderato.

Dunque, procediamo con ordine, e presentiamo il prodotto (mi sento quasi una presentatrice di televendite… oh, e potrei anche essere brava!).
Penso che, se si è lettori voraci la metà della sottoscritta, prima o poi a tutti si accenda la lampadina del “Ma perché non mi compro un e-reader?“.
A quel punto, è la fine. Davvero. Per me è stato così. Un giorno ho trovato un post che parlava dei nuovi – scontatissimi – Kindle di Amazon, e il giorno dopo trascinavo il mio fidanzato in giro per la città a cercare tutti gli e-reader in vendita nei vari negozi di elettronica. E il giorno dopo ancora praticamente lo costringevo a comprarmelo.

Una foto di una sorella Emily, il mio e-Reader, un magnifico esemplare di Bookeen Cybook Opus ♥

L’e-reader fornisce tutta una serie di indiscutibili vantaggi. L’e-reader è leggero, comodo, piccolo. Ovviamente è disponibile in varie dimensioni (cosa di cui parlerò nel primo capitolo della guida), ma in genere consente sempre un’ottima portabilità e un utilizzo comodo pressoché ovunque. E, se leggete tanto, non mi dite che non avete mai avuto il problema di dover leggere un tomo come il Signore degli Anelli in bagno, o di doversi portare I Pilastri della Terra in giro, o di maneggiare La Fondazione di Asimov in volume unico mentre si è a letto. Se possiedo un millimetro di muscoli è grazie a questi giganti della letteratura.
Ecco, l’e-reader potenzialmente risolve tutti questi problemi (potenzialmente perché, se non si danno una smossa nell’editoria italiana, non tutto è ancora disponibile in formato ebook).
E risolve anche meravigliosamente il problema del denaro speso in libri: gli ebook si possono trovare tranquilalmente gratis (anche legalmente, per chi pensasse che mi riferisco a emule e compagnia bella) in giro per il web, o, in altri casi, a prezzi spesso convenienti nei siti di vendita di ebook.

Secondo me, prima di andare avanti, bisogna togliersi dalla mente solo un’idea : che e-reader è contrario a libri cartacei.
Bisogna capire che l’e-reader è un marchingegno inventato per chi ama i libri, per chi ne compra e ne legge una cinquantina l’anno. Se si leggono tra l’uno e i dieci libri nei dodici mesi, se ne può fare tranquillamente a meno. Se si supera (magari anche di molto) questa soglia… ecco, l’e-reader fa per voi.
L’e-reader deve essere visto come un sistema da integrare alla lettura cartacea, non come un’avversario. Per quei libri che mi lasciano interdetta, di cui sono curiosa ma per cui non sono sicura di voler spendere 15 euro e passa… c’è l’e-reader. Per quei libri che amo, c’è il libro cartaceo. Semplice.
Il problema, secondo me, sta proprio alla base: dovrebbero essere le stesse case editrici, secondo me, a fare entrare questo fatto nelle teste lettori. Per far cominciare a girare seriamente questo mercato, secondo me, dovrebbero darci la possibilità di scaricare, all’acquisto di un libro, anche l’e-book. Così da poterlo ficcare nell’e-reader e portarlo più facilmente in giro (già alcune case editrici, tipo la Casini, fa così. Almeno, per il primo volume di Amon l’ha fatto. Una delle poche cose positive di quel libro). A sua volta, chi acquista l’e-book, dovrebbe poter ottenere uno sconto se vuole poi procedere anche all’acquisto del libro cartaceo. Solo in questo modo, secondo me, i due mercati comincerebbero ad andare di pari passo, e a funzionare veramente, insieme.
Comunque. Finiamo di delirare su sogni utopistici.

Di cosa parlerò in questa piccola guida? I capitoli saranno, più o meno:

Le dimensioni del lettore: quali sono e come scegliere.
I formati: quali sono e da quali ereader vengono letti.
Il tipo di schermo: quali ci sono in commercio, e quale scegliere.
I problemi ricorrenti ed altri dati da tenere sott’occhio.
Le domande frequenti (e le chiavi di ricerca in tema e-reader).
-Elenco dei siti e dei costi (parte prima).
-Elenco dei siti e dei costi (parte seconda).

Questo topic sarà tenuto in aggionamento costante man mano che andrò avanti con questa guida. Verranno aggiunti i link ai vari topic e potrà essere revisionato e corretto regolarmente, con l’aggiunta di capitoli o altra roba.
Saluts!

4 Risposte

  1. mi stai facendo venire voglia di comprarmene uno😄

  2. E se la faccio venire ca te che leggi 3 libri l’anno, comincio veramente a cercare lavoro come venditrice nelle televendite😄

  3. Gli amici della Kirby ti aspettano con ansia, infatti!😛
    Però effettivamente sembra davvero utile… magari più in là ci penserò su!

    1. Alla fine riuscirò a convincere anche te U__U😄

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: